Gengivite: Cause, Sintomi i Rimedi

Malattia Delle Gengive (Gengivite)

Cause Fattori di Rischio Sintomi Diagnosi Cura Prevenzione Complicazioni

Cos’è la gengivite?

  1. La gengivite è un’infiammazione delle gengive, di solito causata da un’infezione batterica. 
  2. Se non controllata, la gengivite può causare la separazione delle gengive dai denti.
  3. Può essere prevenuta con una corretta e costante igiene orale.

La gengivite è un’infiammazione delle gengive, di solito causata da un’infezione batterica. Se non trattata, può diventare un’infezione più grave nota come parodontite. La gengivite e la parodontite sono le cause principali della perdita dei denti negli adulti, secondo l’American Dental Association. Possono aggiungersi delle infezioni dentali, mettendo a rischio sia la vostra salute che il vostro portafogli.

Cause
Cosa causa la gengivite?

Le vostre gengive si attaccano ai denti nel punto più basso dei bordi gengivali che vediamo. Questo forma un piccolo spazio denominato sulcus. Il cibo può rimanere intrappolato in questo spazio e causare infezioni gengivali o gengiviti.

La placca è una sottile pellicola di batteri. Si forma costantemente sulla superficie dei denti. Man mano che la placca avanza, si indurisce e diventa tartaro. È possibile sviluppare un’infezione quando il tartaro si estende sotto il bordo gengivale.

Se non controllata, la gengivite può causare la separazione delle gengive dai denti. Ciò può causare lesioni al tessuto molle e alle ossa che sostengono i denti. Il dente può allentarsi e diventare instabile. Se l’infezione progredisce, alla fine si può perdere il dente o avere bisogno di un dentista per rimuoverlo.

Fattori di Rischio
Fattori di rischio per la gengivite

Di seguito sono elencati i fattori di rischio per la gengivite:

  • Fumo o tabacco da masticare
  • Diabete
  • Consumo di determinati farmaci (contraccettivi orali, steroidi, anticonvulsivi, bloccanti del canale del calcio e chemioterapia)
  • Denti storti
  • Apparecchi dentali male indossati
  • Riempimenti rotti
  • Gravidanza
  • Fattori genetici
  • Immunità compromessa (come i pazienti con HIV/AIDS)

Sintomi
Quali sono i sintomi della gengivite?

Molte persone non sono consapevoli di avere una gengivite. È possibile avere una malattia della gengive senza alcun sintomo. Tuttavia, i sintomi della gengivite possono essere i seguenti:

  • Gengive rosse, sensibili o gonfie
  • Gengive che sanguinano quando si spazzolano o si passa il filo interdentale
  • Gengive che si ritirano dai denti
  • Perdita dei denti
  • Un cambiamento nel modo in cui i denti si incastrano quando si morde (malocclusione)
  • Pus tra denti e gengive
  • Dolore durante la masticazione
  • Denti sensibili
  • Protesi parziali che non si adattano più
  • Cattivo odore che non va via dopo aver lavato i denti

Diagnosi
Come viene diagnosticata la gengivite?

Durante un esame dentale, le gengive saranno sondate con un piccolo righello. Questo esame è un modo per verificare l’infiammazione e misura anche le tasche attorno ai denti. La profondità normale è da 1 a 3 millimetri. Il dentista può anche ordinare dei raggi X per controllare la perdita ossea.

Parlate col dentista sui fattori di rischio delle malattia delle gengive e sui sintomi. Ciò può aiutare a diagnosticare la gengivite. Se è presente una gengivite, può essere riferito ad un periodontista, un dentista specializzato nel trattamento delle malattie gengivali.

Cura
Come viene curata la gengivite?

È necessario avere una corretta igiene orale per trattare la gengivite. Si dovrebbe inoltre ridurre il fumo e tenere sotto controllo il diabete. Altri trattamenti includono la pulizia profonda dei denti, i farmaci antibiotici e la chirurgia.

Pulizia dei denti

Esistono diverse tecniche che possono essere usate per pulire in profondità i denti senza intervento chirurgico. Tutti rimuovono la placca e il tartaro per prevenire l’irritazione delle gengive.

  • Lo scaling rimuove il tartaro sopra e sotto il bordo gengivale.
  • Il root planing leviga le macchie ruvide e rimuove le parti infette del dente.
  • I laser possono rimuovere il tartaro con meno dolore e sanguinamento rispetto allo scaling e al root planing.

Farmaci

Alcuni farmaci possono essere usati per curare la gengivite.

  • I collutori antibiotici contenenti cloridridina possono essere usati per disinfettare la bocca.
  • I chip antisettici a rilascio graduale contenenti cloressidina possono essere inseriti nelle tasche dopo il root planing.
  • Le microsfere antibiotiche realizzate con minociclina possono essere inserite nelle tasche dopo lo scaling e il planing.
  • Gli antibiotici orali possono essere usati per trattare aree persistenti di infiammazione della gengiva.
  • La dossiciclina, un antibiotico, può impedire agli enzimi di causare danni al dente.

Chirurgia

  • La chirurgia flap è una procedura in cui le gengive vengono sollevate indietro mentre la placca viene rimossa. Le gengive vengono quindi suturate in posizione per adattarsi perfettamente al dente.
  • L’innesto osseo e di tessuto può essere usato laddove i denti e le mascelle sono troppo danneggiati per guarire.

Prevenzione
Come può essere prevenuta la gengivite?

La gengivite può essere prevenuta con una corretta e costante igiene orale. Assicuratevi d’avere una dieta equilibrata, visitate regolarmente il dentista, spazzolare i denti due volte al giorno con un dentifricio di fluoruro. Filettare i denti ogni giorno.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *